venerdì 16 settembre 2016

Gli Illuminati e l' istigazione alla Ipersessualizzazione



Per nostra fortuna non siamo tanto esperti dei Media, gossip ... 
La tv l'abbiamo spenta ormai da tempo ... E' solo spazzatura e disinformazione ... Ma il video di Jennifer Lopez con Iggy Azaleam dal titolo "Booty ft" ci ha suscitato veramente tutta la nostra indignazione per L'ECCESSO DI VOLGARITA' .

TRA ESSERE SEXY E ESSERE VOLGARI c'e' molta differenza .  Se non ci indigniamo DIAMO IL CONSENSO a tutto questI eccessi negativi . 
Proprio quello che il potere vuole … CREARE LA NORMALITA' per continuare a DISTRUGGERE LA SOCIETA' .
Ovviamente ci sono anche in questo video i messaggi subliminali  ...

             
L'industria dell'intrattenimento e l'ipersessualizzazione. Il sottile e velenoso gioco dei media mondialisti e le diaboliche strategie del nuovo ordine mondiale per pervertire la società ei giovani.

L'industria dell'intrattenimento e una delle principali cause dell'ipersessualizzazione anche infantile. Invece di produrre un sano divertimento, l'industria di Hollywood sforna continuamente perversione, degenerazione e una controcultura della quale non riusciamo a liberarci più tanto facilmente se non con una piena consapevolezza, un differenza di cio’ che credono in molti. In troppi! temi come il sesso, la violenza e l'occultismo sono sempre più presenti nei film, nei programmi televisivi, nella musica, nei videoclip, ecc ...

Ma cosa si intende per Ipersessualizzazione? Semplice: l'eccessiva esposizione a stimoli di natura sessuale ed i suoi effetti e gli artefici di questa sovraesposizione sono i Media .

Alle spalle c'e 'una grande organizzazione che lavora per promuovere l'ipersessualizzazione al fine di  raggiungere degli scopi ben precisi. Stiamo parlando dell'elite degli illuminati. Sicuramente uno degli scopi di questa erotizzazione precoce e martellante e’ l'enorme interesse economico favorito dai diversi aspetti dell'ipersessualizzazione: Dalla pornografia, alla cosmesi, alla farmacologia ... ma non  solo e una questione di soldi evidentemente.

L'elite degli illuminati e di conseguenza anche buona parte dell'industria di Hollywood, sono i principali colpevoli dell'ipersessualizzazione giovanile. Influenzano le masse dei giovani creando generazioni sempre più perverse. Ed è così che sì varca il confine sottile tra normalità e follia. L'indecenza, la perversione e l'ipersessualizzazione di per sé diventano semplice e pura normalità. Qualcosa di cui andare addirittura fieri. Paradossalmente al rispetto, decoro e dignità che invece, qualcuno vorrebbe fossero stati completamente vinti dalla forza di questa corrente culturale figlia di questa follia chiamata "Nuovo Ordine Mondiale".


C'è allusione sessuale ovunque, il corpo e visto sempre più come un oggetto sessuale e la pornografia e sempre più facilmente accessibile ed esplorata. Su internet, tv, cellulari, riviste e pubblicità, la sessualità inscenata e trasgressiva, spettacolare, svincolata dal rapporto d'amore, troppo inappropriata per il pubblico dei più vulnerabili e soprattutto dei minori.

Quali e quanti sono i pericoli nascosti nell'ipersessualizzazione proveniente dalla cultura dominante, della quale i supporti sono riflesso ma also causa? sintomi depressivi e d'ansia, attitudini disumane e sessiste, impoverimento delle risorse personali e della qualità delle relazioni sociali, psicopatologie, nuove dipendenze, irresponsabile assunzione di farmaci, brutalità e perversioni, fino all'abuso nei confronti dei bambini.

mentre la cultura comune riconosce la posizione rilevante e centrale della sessualità nella formazione e nelle dinamiche dello psichismo umano, nonche delle relazioni pubbliche di coppia e della società, sbucciare che oggi coloro che si occupano di educazione, salute personale e sicurezza sociale non si preoccupino quasi per niente o almeno non esercitino alcun potere, per prevenire, limitare, contenere e ben gestire una iperstimolazione sessuale e un'oggettificazione della persona con cui l'intera industria mediatica stanno inondando il mondo dei bambini e la cultura tutta. si sottovaluta infatti quanto siano in gioco stati d'animo, concezioni della realtà, atteggiamenti, quindi valori, spinte e      

C’è allusione sessuale ovunque, il corpo è visto sempre più come oggetto sessuale e la pornografia è sempre più facilmente accessibile ed esplorata. Su internet, TV, cellulari, riviste e pubblicità, la sessualità inscenata è trasgressiva, spettacolare, svincolata dal rapporto d’amore, troppo inappropriata per il pubblico dei più vulnerabili e soprattutto dei minori.

Quali e quanti sono i pericoli nascosti nell’ipersessualizzazione proveniente dalla cultura dominante, della quale i media sono riflesso ma anche causa? Sintomi depressivi e d’ansia, attitudini disumane e sessiste, impoverimento delle risorse personali e della qualità delle relazioni sociali, psicopatologie, nuove dipendenze, irresponsabile assunzione di farmaci, brutalità e perversioni, fino all’abuso nei confronti  dei bambini.

Mentre la cultura comune riconosce la posizione rilevante e centrale della sessualità nella formazione e nelle dinamiche dello psichismo umano, nonché delle relazioni di coppia e della società, pare che oggi coloro che si occupano di educazione, salute personale e sicurezza sociale non si preoccupino quasi per niente o almeno non esercitino alcun potere, per prevenire, limitare, contenere e ben gestire una iperstimolazione sessuale e un’oggettificazione della persona con cui l’intera industria mediatica stanno inondando il mondo dei bambini e la cultura tutta. Si sottovaluta infatti quanto siano in gioco stati d’animo, concezioni della realtà, atteggiamenti, quindi valori, spinte e comportamenti sempre più precoci e diffusi, con un ruolo iportante nella strutturazione di disordini psicologici, e nella minaccia alle relazioni sociali improntate sul rispetto altrui e sull’amore.

E’ oggi davvero ideologico parlare di inappropriatezza dei messaggi a contenuto sessuale provenienti dai media? La risposta proveniente dalla più recente letteratura scientifica negli ambiti della psicologia e della psichiatria è no. Le teorie psicologiche accreditate, l’esperienza clinica specialistica e la ricerca scientifica a disposizione sono concordi nel riconoscere il potere che stimoli a contenuto sessuale provenienti dai media hanno nel modificare in senso negativo il comportamento e la salute psicosociale di bambini, adolescenti e adulti. E’ urgente che genitori, insegnanti, medici, psicologi e politici siano informati e aggiornati a riguardo, per maturare forme ragionevoli di sensibilizzazione, educazione, prevenzione e legislazione. Comportamenti sempre più precoci e diffusi, con onu ruolo iportante nella strutturazione di disordini psicologici, e nella minaccia alle relazioni sociali improntate sul rispetto altrui e sull'amore.

Mondo Sporco

Per una eventuale pubblicazione del presente articolo su altre pagine si prega di citare la nostra fonte . Grazie

Nessun commento:

Posta un commento