giovedì 7 luglio 2016

Kostantiv Petrov: La mafia globale



È l’ennesimo caso di morte ad orologeria. Come occorso a gente del calibro di Orwell (il cui vero nome era Blair); Matteotti, Mattei, Pasolini, Allende, Kennedy, Luciani, Lennon, Gaetano, Jackson, Ioppolo, Noriega, Torrijos, Koestler, Arafat, Chavez e tantissimi altri ...

Anche per il generale russo Konstantin P. Petrov (1945 / 2009) è giunta, ahimè, la triste ora.
La sua colpa? Aver registrato questo video in cui è riuscito ad esemplificare il meccanismo del Nuovo Ordine Mondiale, illustrando chi ne detiene il controllo, come ne amministra le risorse e, dulcis in fundo, quali siano i nomi che si celano dietro a questo progetto criminale: Rothschild in testa a tutti, ma anche Morgan, Oppenheimer, Lieb, Kuhn, Abraham, Sachs, Weiner… tutti appartenenti ad un unico specifico clan.
Tutti con le mani in pasta tra alta finanza, multinazionali, media, geoingegneria e farmaceutica.

Al Petrov va attribuito il merito di aver insegnato come sia ripartita la struttura piramidale del NWO (New World Order, trad. Nuovo ordine Mondiale). Ha spiegato come a dato grado corrispondano date nozioni le quali sono esclusivo appannaggio di un ristretto numero di soggetti i quali hanno l’obbligo di non farne menzione con chi occupa i gradini inferiori. Il generale russo, nella registrazione, parla anche della funzione svolta dalla cosiddetta “guerra fredda” e di come, tramite essa, i mondialisti siano riusciti ad illudere l’intera popolazione mondiale di un imminente rischio di catastrofe nucleare. Mentre, in segreto, ordivano nuovi piani volti al controllo del mondo intero.
Petrov indica anche quale sia il ruolo degli Stati Uniti e li definisce “polizia mondiale al servizio del Nuovo ordine Mondiale” 

Ed illustra la subalternità in cui la russia è stata costretta sempre per volontà di lorsignori. Spiega Petrov:
“I russi erano spaventati dall’imperialismo americano e gli americani erano spaventati dal comunismo, ma nonostante tutto entrambe (le nazioni) presentavano sulla loro testa la stessa piramide globale! ”

Ma ci sarebbe stato un problema per i globalisti, se i governi di Stati Uniti ed Unione Sovietica si fossero accorti dell’inganno e si fossero accordati per superare congiuntamente il potere globalista che li stava sfruttando.



Mondo Sporco

© copyright riservati



Nessun commento:

Posta un commento